I pronomi italiani: diretto o indiretto?

In italiano vi sono verbi che si usano soltanto con i pronomi indiretti e verbi che vengono usati solo con i pronomi diretti. Però non mancano i verbi che a seconda della situazione possono essere usati sia con i pronomi diretti che con gli indiretti. E qui arriviamo alla domanda:

Quale pronome scegliere: diretto o indiretto?

Per sapere che pronome – diretto o indiretto –  usare bisogna capire a che domanda risponde quel pronome che segue il verbo: “chi? / che cosa?” oppure “a chi? / a che cosa?”.

  • Se la domanda è “chi? / che cosa?” allora usiamo il pronome diretto (mi, ti, lo, la, ci, vi, le, li).
  • Se la domanda è “a chi? / a che cosa?” – usiamo il pronome indiretto (mi (=a me), ti (=a te), le (= a le), gli (= a lui), ci (=a noi), vi (= a voi), gli (= a loro)).

Purtroppo, l’uso dei pronomi diretti e indiretti in italiano non sempre coincide con l’uso degli stessi pronomi nella vostra madre lingua e questo potrebbe complicarvi la scelta corretta di un pronome. A questo punto, vi consiglio di fare molta attenzione e di imparare a memoria i casi più complessi e/o quelli con cui fate più confusione.

Pronome diretto o indiretto? Alcuni esempi.

Verbi che si usano con i pronomi diretti.

  • Chiamo (chi?) mio padre ogni giorno. > Lo chiamo ogni giorno.
  • Ho conosciuto (chi?) Maria durante i miei studi all’Università. – L’ho conosciuta durante i miei studi.
  • Ho aperto (che cosa?) la finestra per cambiare l’aria nella stanza. > L’ho aperta per cambiare l’aria nella stanza.
  • Ho invitato (chi?) i miei amici per la cena. > Li ho invitati per la cena.

(Altri verbi che si usano con i pronomi diretti: aiutare, amare, aspettare, avere, ascoltare, chiudere, capire, cercare, conoscere, decidere, dimenticare, finire, guidare, imparare, mangiare, parcheggiare, perdere, pulire, ricevere, sapere, sbagliare, spendere, spegnere, trovare ecc.)



Verbi che si usano con i pronomi indiretti.

  • Telefono (a chi?) a mio padre ogni giorno. > Gli telefono ogni giorno.
  • Non credo (a chi?) a > Non gli credo.
  • Hai parlato (a chi?) alla mamma della gita scolastica? > Le hai parlato della gita scolastica?
  • Devo parlare (a chi?) a te. > Devo parlarti.

(Altri verbi che si usano con i pronomi indiretti: bastare, credere, mancare, piacere, rimanere, sembrare, servire, succedere, voler bene ecc.) 

Verbi che si usano con i pronomi diretti e indiretti.

  • Ho domandato (che cosa?) il prezzo. > L’ho domandato.
    Ho domandato il prezzo (a chi?) al venditore. > Gli ho domandato il prezzo.
  • Ho prestato (che cosa?) il libro. > L’ho prestato.
    Ho prestato il libro (a chi?) a > Gli ho prestato il libro.
  • Lui scrive (che cosa?) una mail. > Lui la scrive.
    Lui scrive (a chi?) a sua madre. > Lui le scrive.
  • Ho fatto (che cosa?) la doccia. > L’ho fatta.
    Ho fatto male (a chi?) a > Le ho fatto male.

(Altri verbi che si usano con i pronomi diretti e indiretti: chiedere, comprare, consigliare, cucinare, dare, dire, fare, lasciare, ordinare, pagare, prendere, presentare, raccontare, regalare, ricordare, ripetere, spedire, spiegare, vendere ecc.)

****************

Avete delle domande? Scrivetele qui sotto nei commenti!

Inoltre, vi consiglio di leggere seguenti articoli dedicati ai pronomi: “I pronomi personali. Parte 1.” e “Pronomi relativi nella lingua italiana”.

Write a Reply or Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:bye: 
:good: 
:negative: 
:scratch: 
:wacko: 
:yahoo: 
B-) 
:heart: 
:rose: 
:-) 
:whistle: 
:yes: 
:cry: 
:mail: 
:-( 
:unsure: 
;-)