Giorni della merla: perché si chiamano così?

In Italia gli ultimi tre giorni di gennaio vengono chiamati “i giorni della merla” (The days of the blackbird) e si considerano i giorni più freddi dell’anno.

L’origine di questo nome non è certa però esiste una leggenda che spiega non solo il fenomeno climatico ma anche perché il merlo e la merla hanno piumaggio di colori diversi (uno nero e l’altra grigiastro) e perché gennaio ha 31 giorno e febbraio ne ha 28.

Allora i protagonisti della leggenda sono la Merla e il cattivissimo Gennaio

Gennaio, che a quell’epoca lontana e incerta aveva solo 28 giorni, adorava divertirsi mandando sulla Terra bufere di neve e gelo ogni volta che vedeva la Merla uscire dal proprio nido in cerca di cibo per i suoi piccoli.

Stanca di questo atteggiamento la Merla ha deciso di fare provviste sufficienti per l’intero mese e non uscire dal nido fino al primo giorno di Febbraio.

Pittori italiani: Mosè Bianchi, "La Vecchia Milano"
“La Vecchia Milano” di Mosè Bianchi

L’ultimo giorno di Gennaio la Merla, essendo sicura che il suo piano avesse funzionato, è uscita dal nido e ha cominciato a cantare per deriderlo.  A quel punto l’infuriato Gennaio ha prestato 3 giorni a Febbraio e si è scatenato con bufere di neve, vento, gelo, pioggia che sono durate per tutti e tre giorni. La Merla con i suoi piccolini è riuscita a salvarsi trovando rifugio in un comignolo. Ma quando finalmente sono usciti fuori le loro piume erano sporche di fumo e cenere e il colore era cambiato per sempre dal nero al grigiastro.

Da quel momento in poi, siamo costretti a sopportare i tre giorni più freddi dell’anno chiamati appunto “i giorni della merla”. E sempre da quel momento lì gennaio ha 31 giorni e febbraio ne ha 28. Dove è stato per tutto questo tempo il Merlo la leggenda non lo dice.

Visto che il clima muta continuamente gli ultimi giorni di gennaio non sono sempre i più freddi dell’anno e a tal proposito gli italiani hanno un’osservazione popolare: se i giorni della merla sono freddi la primavera sarà bella, se saranno caldi la primavera arriverà in ritardo.

Non so voi, ma io preferisco qualche giornata fredda e la primavera bella!

Write a Reply or Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:bye: 
:good: 
:negative: 
:scratch: 
:wacko: 
:yahoo: 
B-) 
:heart: 
:rose: 
:-) 
:whistle: 
:yes: 
:cry: 
:mail: 
:-( 
:unsure: 
;-) 
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.