Concordanza dei tempi del congiuntivo

Ho già scritto della concordanza dei tempi del modo indicativo con la frase principale al presente e al  passato. Questo articolo è dedicato alla concordanza dei tempi del congiuntivo.

E anche qui il nostro punto di partenza sarà la frase principale. Dopo aver stabilito a che tempo è usata (al presente o al passato) non ci resta che capire quando si svolge l’azione nella frase subordinata (prima, nello stesso momento o dopo l’azione in frase principale) e scegliere il tempo giusto.

Concordanza dei tempi del congiuntivo: frase principale al presente

І. Frase principale (presente)
Penso che…
II. Frase subordinata
se l’azione nella subordinata si svolge prima dell’azione
nella frase principale, allora usiamo 
congiuntivo passato oppure congiuntivo imperfetto
se l’azione nella subordinata si svolge nello stesso
momento dell’azione
nella frase principale usiamo  
congiuntivo presente oppure
“stare+gerundio” al congiuntivo presente
se l’azione nella subordinata si svolge dopo dell’azione
nella frase principale usiamo congiuntivo presente oppure futuro semplice.*
… Mara abbia superato questo esame.

… Marco andasse spesso in montagna quando era studente.

…lui si sia trasferito a Roma 10 anni fa.

… Mara stia passando l’esame in questo momento.

… Marco vada in montagna oggi.

… Mara superi questo esame.

… Marco andrà in montagna tra un mese.

… Marco vada al mare domani.

* comunemente il futuro semplice viene usato quando l’azione futura è abbastanza lontana dal momento presente; in tutti gli altri casi si preferisce l’uso del congiuntivo presente.

Concordanza dei tempi del congiuntivo: frase principale al passato

І. Frase principale (passato)
Pensavo che, Ho pensato che,  Avevo pensato che, Pensai che …
II. Frase subordinata
se l’azione nella subordinata si svolge prima dell’azione
nella frase principale, allora usiamo congiuntivo trapassato oppure  congiuntivo  imperfetto (secondo le funzioni tipiche dei due tempi)
se l’azione nella subordinata si svolge nello stesso
momento dell’azione
nella frase principale usiamo 
congiuntivo imperfetto  oppure
“stare+gerundio”  al congiuntivo imperfetto
se l’azione nella subordinata si svolge dopo dell’azione
nella frase principale usiamo  congiuntivo imperfetto oppure condizionale composto
… Mara avesse superato questo esame. –

… Marco andasse spesso in montagna quando era studente.

…lui si fosse trasferito a Roma 10 anni fa.

… Mara stesse passando l’esame in quel momento.

… Marco andasse in montagna oggi.  

… Mara avrebbe superato questo esame.

… Marco sarebbe andato in montagna tra un mese.

… Marco andasse al mare domani.

Altri esempi della concordanza dei tempi del congiuntivo nella lingua italiana:

  • Sofia non vede l’ora che tu venga a trovarla.
  • Penso che attualmente Filippo abiti a Brescia.
  • Temo che lui non sia ancora arrivato in Italia.
  • Credo che tu abbia ragione.
  • Mi sembra che facesse più freddo ieri.
  • Non credo che il film che abbiamo visto ieri ti sia piaciuto molto.
  • Credevo che tuo padre fosse avvocato.
  • Ho capito che c’era qualche problema senza che tu me ne parlassi.
  • Speravo che tu avresti finito il lavoro entro ieri sera.

*****

Avete dei dubbi o delle domande?  Lasciate i vostri commenti sotto l’articolo e cercheremo di risolverli insieme.

Write a Reply or Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:bye: 
:good: 
:negative: 
:scratch: 
:wacko: 
:yahoo: 
B-) 
:heart: 
:rose: 
:-) 
:whistle: 
:yes: 
:cry: 
:mail: 
:-( 
:unsure: 
;-)